Nontiscordardime

"La gente non vuole sentirsi dire la verità"

mi diceva il cinese sotto casa...

Gli ho risposto:

"non devi dire queste verità

che nel nostro paese non si usa..."

forse anch' io ballerò tra le stelle

con le più belle

delle mie illusioni

e i sogni...

tanti sogni

finché ce n’è...

sarà ormai nudo il Re

delle ultime realtà

 

dedicato a Verdiana e molti altri

(dipinto di Riccardo Orlando)

 

e tutto si rinnova

con ogni primavera...

quando ci rinnoviamo

siamo noi la primavera...

(dedicato a Kristina e molti altri)

Quando sarà finita

la festa della vita

torneranno

le varie ubriacature

le sfilate del cuore e le sirene

i sentori d'attesa?

Ritroverò

l'odore dell'aria respirata

il sapore del mare

il brillare del sole?

 

Per ora mi accontento

dei cumuli di nuvole nel cielo

degli occhi del mio gatto forestiero

dei lavori nell'orto in mezzo al bosco

dei riti della mia vecchia poesia

Luci bianche gialle e rosse

l'autostrada che finisce addosso alla città nella notte

e non si può saltare sul cavalcavia che l'ora è tarda...

prostitute straniere tra un semaforo e l'altro...evasioni nostrane...

amo ancora la notte di Milano che brilla e squilla...

arriverà l'aurora e si farà di nuovo vivo il formicaio del lavoro

ed io sarò nel coro...

 

mi sguardano giovanotti su di giri a un semaforo rosso

 saranno forse gli additivi della loro serata...

o i resti familiari di questa mia pasquetta malandata...

ormai basso profilo mi conviene

non certo i saltimbocca alla romana dei tempi adolescenti

non cerchiamo incidenti io e la gialla Suzuki

non è più pane da tenermi tra i denti...

e spingo il naso in cielo a cercarmi la luna...

tanto poi posso raccontare tutto per fortuna...

 a memoria futura...con l'auto dettatura dell'iPhone